Ansia. Ne parliamo insieme, vuoi?

Ansia
Ansia

Ansia. Ne parliamo insieme. Vuoi?

Ansia. Ne parliamo insieme, vuoi?

Mi occupo di ansia per esperienza personale, l’ho sperimentata in prima persona per molto, moltissimo tempo.

L’ansia si manifesta con respiro alterato, difficoltà a riposare, uno stato di costante tensione, contrazione al plesso solare, gambe molli e così via fino ai veri e propri attacchi di panico che rendono davvero difficile una vita normale.

Premetto che gli stati di ansia diffusa, o veri e propri attacchi di ansia, sono campanelli di allarme che non vanno sottovalutati e che suggeriscono di prendere in seria considerazione un sostegno terapeutico di qualche tipo.
La mia esperienza di guarigione è passata dalla psicoterapia di tipo cognitivo comportamentale, supportata ahimé da farmaci, ad atti di psico magia rivolti all’inconscio, all’EFT (Emotional Freedom Techniques) fino ad approdare alla pratica della consapevolezza, alla meditazione, oggi detta anche ‘mindfulness’.

Ansia

Mindfulness

Questo accadeva molti anni fa.
Adesso sto bene e quando, in qualche rara, rarissima occasione, l’ansia e la depressione fanno timidamente capolino, richiamo alla mente ciò che mi disse un’amica psicologa: “Ansia e depressione ti accompagneranno per tutta la vita, ma non saranno più tuoi nemici, anzi, spesso ti indicheranno la strada da percorrere’.
E’ proprio così.

Alla luce del mio vissuto, oggi al primo manifestarsi del problema ansia, proverei come primissima cosa a osservare e, se necessario, modificare le mie abitudini alimentari.

Il collegamento tra ansia e alimentazione è del tutto trascurato dalla medicina istituzionale ma in ambito di alimentazione per il benessere, si può fare molto per allontanare l’ansia, e anche alcuni semplici trucchi e consigli di buon senso possono essere di aiuto.

Nel prendere in esame gli alimenti anti ansia che possono aiutarci efficacemente, non dobbiamo dimenticare che per prima cosa è opportuno abbandonarne alcuni che, al contrario, contribuiscono a farne aumentare decisamente il livello.
Ad esempio i cibi fritti, i carboidrati AIG (ad Alto Indice Glicemico) come: patatine fritte in sacchetto, wafer, cornflakes, dolci e torte, bevande zuccherate, alimenti contenenti “zucchero” o “sciroppo di glucosio”, zuccheri raffinati, bevande alcoliche, caffè dovrebbero essere drasticamente ridotti o, meglio ancora, gradualmente ma rapidamente, eliminati.

Chi non ha problemi di intolleranza al glutine può migliorare parecchio la resistenza all’ansia inserendo nell’alimentazione buone quantità di cereali integrali, ricchi di magnesio, assolutamente indispensabile all’equilibrio psico fisico.
La carenza di magnesio può portare a stati di ansia anche marcati che, a volte, degenerano in attacchi di panico veri e propri.

Chi è intollerante al glutine, fortunatamente, può ricorrere ad alimenti altrettanto preziosi ed efficaci nel trattamento degli stati di ansia,vediamo assieme quali.

Gli pseudo cereali come AmarantoQuinoaMiglio  anch’essi ricchi di magnesio.
Questi pseudo cereali, inoltre, contengono tracce di triptofano.

Ansia

Amaranto, Quinoa, Miglio

Il triptofano è un amminoacido, essenziale per l’organismo umano, non viene sintetizzato autonomamente dall’organismo ma lo si assume attraverso gli alimenti. Il triptofano è indispensabile per la sintesi della serotonina, nota anche come ‘ormone del buonumore’. Le carni e i formaggi, sono le principali fonti di questo amminoacido, pertanto chi non assume prodotti di origine animale, può facilmente integrarlo con l’assunzione, ad esempio, di alga spirulina, legumi, cioccolato, arachidi, mandorle e semi di sesamo.

Sono di aiuto anche i mirtilli che,oltre a essere un frutto delizioso, sono ricchi di vitamine e nutrienti vegetali, con un’alta percentuale di antiossidanti, grandi anti stress.

Le bacche di Acai sono conosciute come importanti ‘super food’, infatti sono anch’esse ricchissime di fitonutrienti e antiossidanti.

La polvere di radice di Maca si trova in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali. Può essere aggiunta a qualsiasi pietanza: a un frullato di frutta, alla macedonia di frutta della merenda, alla zuppa della sera, alla bevanda preferita . Anche la Maca è considerata un ‘super food’ come le bacche di Acai. E’molto apprezzata anche dagli sportivi perché incrementa la resistenza e l’energia.

Le mandorle sono un alimento sottovalutato. una specie di Cenerentola dei ‘super food’, ma sono preziosissime perchè contengono zinco, un nutriente fondamentale per mantenere uno stato d’animo equilibrato, e ferro, la carenza di ferro è responsabile dell’affaticamento del cervello, cosa che porta all’ ansia e alla mancanza di energia. Una prima colazione con latte di Mandorle è un’ottima idea in caso di periodi di ansia più marcati.

Per contrastare lo stress, non farti mancare le noci, ricche di Selenio. La carenza di Selenio infatti è connessa ad ansia, depressione e stanchezza.
Due o tre noci al giorno sono sufficienti a fornire la dose necessaria di questo importante nutriente.

Anche il cioccolato fondente puro, senza zuccheri aggiunti, è un ottimo alimento per chi soffre di ansia o stress. poiché regola l’umore, ha proprietà calmanti e riduce il cortisolo, l’ormone dello stress, che è la principale causa dei sintomi dell’ansia. Due o tre cubetti alla sera, dopo cena, senza esagerare, gratificano e predispongono ad una buona dormita.

ansia

Mandorle e cioccolato fondente sono un ottimo aiuto…

Generalizzando, qualsiasi alimento che contenga vitamine, magnesio, triptofano, ferro, zinco e antiossidanti può essere di grande aiuto in caso di stress.

E’ opinione frequente che l’ansia faccia ingrassare.
E’ possibile, perché in stato di ansia si produce più cortisolo, ormone che predispone alla fame nervosa.
Una ricerca recente della Georgetown University di Washington ha dimostrato che i soggetti stressati mangiano di più e male, non solo, assimilano circa il doppio delle calorie, di conseguenza tendono a ingrassare più degli altri.

Una efficace dieta antistress suggerisce di consumare molta frutta e verdura: una spremuta al mattino, una ricca insalata mista a pranzo, una macedonia verso metà pomeriggio, una zuppa di verdura la sera.

Per equilibrare l’umore, la regola principale è non saltare i pasti per evitare cali di energia e fame nervosa dovute ai picchi glicemici.
Ricorda che è importante mangiare con calma, meglio non davanti al televisore, assapora il cibo, e dedicagli la giusta attenzione, ama ciò che mangi e ciò che mangi amerà te.

Bevi! La disidratazione causa torpore, affaticamento, irritabilità e aggrava notevolmente anche gli stati d’ansia.Perciò bevi almeno un litro e mezzo di acqua, distribuito nella giornata, se possibile entro le 18, per evitare noiosi risvegli notturni.
Bevi a sorsi per favorire l’idratazione e cerca di non tracannare tutto d’un fiato se ti accorgi che hai bevuto poco fino a quel momento.

ansia

Bevi! La disidratazione causa torpore, affaticamento…

Anche alcune erbe officinali possono essere assai efficaci.
L’Arthemis Nobilis, conosciuta anche come Camomilla romana, da non confondere con la camomilla che troviamo in bustine al supermercato. La Leonorus Cardiacus (Cardiaca) che appartiene alla stessa famiglia (Labiate) cui appartengono rosmarino, timo, salvia, melissa ecc.,
possono veramente dare un grande aiuto a tutte le persone che hanno problemi di ansia.
Il dottor Mozzi, conosciuto per la sua dieta del gruppo sanguigno, consiglia di assumerle sotto forma di tintura madre.
Una buona dose di una di tintura madre, 40 gocce o più in poca acqua, alla sera dopo cena, seguita subito dopo da una tazza di acqua bollente, sorbita a piccoli sorsi per non scottarsi. A suo parere, assai spesso l’ansia notturna è frutto di una scorretta digestione e questo espediente, riattiva il fuoco digestivo con risultati sorprendenti.

Un’altro trucco efficace, quando l’attacco di ansia si verifica a letto, è di concentrarsi sul respiro, fare una serie respirazioni controllate e consapevoli.
In altre parole, inspirando brevemente ed espirando lentamente ed a lungo, fino a svuotare completamente l’aria, risucchiando bene l’addome e comprimendo il diaframma, quindi lo stomaco.
Questo in pratica è una sorta di massaggio degli organi interni, molto efficace per eliminare aria e migliorare la circolazione.
Ripeti fino a quando inizi ad avvertire il sollievo, poi inspira profondamente cinque o sei volte.

Spero di averti dato informazioni utili.
Il mio messaggio davvero importante, per te che leggi queste righe, è che dall’ansia è possibile uscire!
Se è stato possibile per me, che non sono certo wonder woman, è indubbiamente possibile anche per te!

Ansia

… Che non sono certo Wonder Woman…

Fonti:
http://viverepiusani.it
http://www.my-personaltrainer.it
http://wisesociety.it
http://www.donnamoderna.com
http://dietagrupposanguigno.it

Short english translation:
Anxiety. Let’s talk together about . Do you agree?

I talk about anxiety for personal experience as I have experienced it at first hand for a long, long time.

The anxiety appears by impaired breathing, difficulty to rest, a state of constant tension, contraction of the solar plexus, soft legs, and so on up to real panic attacks which make really difficult to live a normal life.

Let me say first that the states of widespread anxiety, or real anxiety attacks, are warning bells that should not be underestimated and that suggest you to seriously consider a therapeutic support of some kind.
My healing experience passed through cognitive behavioral psychotherapy, alas supported by medicines, acts of psycho-magic turned to the unconscious, EFT (Emotional Freedom Techniques) up to the practice of meditation, nowadays known also as ‘mindfulness’.
This happened many years ago.
I’m fine now, and when, in a few rare, very rare occasions, anxiety and depression are shyly peeping, I recall what a friend psychologist said to me: “Anxiety and depression will accompany you for a lifetime, but will no longer be your enemies, indeed, often they will show you the right way ‘.
I can now say that that’s true.

As far as my personal experience, today at the first signs of any anxiety problem, as the very first thing, I would try to observe and, if necessary, change my eating habits.

The connection between anxiety and food is entirely neglected by official medicine but in the sector of food for the well-being, it is possible to do much to stave off anxiety, and even some simple tricks and common sense tips can help.

In examining the anti anxiety foods that can help us effectively, we must not forget that it is important to abandon some others that, on the contrary, contribute to decidedly increase the level.
Such as: fried foods, carbohydrates with high glycemic index, such as: potato chips in bag, wafers, cornflakes, sweets and cakes, sugary drinks, foods containing “sugar” or “glucose syrup”, refined sugars, alcoholic beverages , coffee, those should be drastically reduced or even better, gradually but quickly eliminated.

Who does not have gluten intolerance problems, could improve a lot their status, by introducing, in the daily feeding, a good amount of whole grains, rich in magnesium, absolutely essential to the psychophysical balance. Deficiency of magnesium can often lead to serious anxiety which, at times, could degenerate into real panic attacks.

Those who are intolerant to gluten, fortunately, can resort to other valuable foods, really effective in the treatment of anxiety states, Let us see them together.

The pseudo cereals like amaranth ,QuinoaMillet  also rich in magnesium.
These pseudo cereals also contain traces of tryptophan.

Tryptophan is an amino acid, essential for the human organism, it is not synthesized independently by the body, therefore it is taken through food. Tryptophan is essential for the synthesis of serotonin, also known as ‘good mood hormone’. Meats and cheeses are the main sources of this amino acid. If you do not assume animal products, you can easily integrate it with, for example, spirulina seaweed, legumes, chocolate, peanuts, almonds and sesame seeds.

Also the blueberries are helpful. Besides being a delicious fruit, the blueberries are rich in vitamins and phitonutrients, with a high percentage of antioxidants, great anti-stress.

Acai berries are known as important ‘super food’, in fact, are rich in phytonutrients and antioxidants.

The Maca root powder can be easily found in herbalist and organic food stores. Can be added to any dish:  the fruit smoothie of your breakfast, a fruit salad, the soup of the evening  or your favorite hot  beverage.
Maca is also considered a ‘super food’ like the Acai berries. It’s very appreciated by athletes because it increases endurance and energy.

Almonds are an underestimated food. A sort of Cinderella of the ‘super foods’, but they are extremely valuable for their content of zinc, an essential nutrient to maintain a well balanced state of mind. They also contain iron.
Iron deficiency is responsible for fatigue of the brain, which leads to anxiety and lack of energy. A breakfast with almond milk, is a good idea in case of anxiety .

To fight the stress, do not miss walnuts,
rich in selenium. Selenium deficiency is indeed connected to anxiety, depression and fatigue.
Two or three walnuts, are sufficient to provide the daily dose of this important nutrient.

Also the pure dark chocolate with no added sugar, is an excellent food for people suffering from anxiety or stress, as it regulates mood, it has calming properties as it reduces the cortisol, the stress hormone, which is the main cause of the symptoms. Two or three cubes of dark chocolate in the evening, after dinner, gratify and predispose to a good night’s sleep.

Generalizing, any food containing vitamins, magnesium, tryptophan, iron, zinc and antioxidants can be of great help in case of stress.

It is common opinion, that anxiety makes put on weight.
It is possible, because in a state of anxiety, the organism produces more cortisol, that causes the nervous hunger.
A recent research by Washington of Georgetown University has shown that stressed individuals, eat more and bad, furthermore, they assimilate about twice as many calories, as a result they tend to gain weight more than others.

An effective anti-stress diet, suggests to consume plenty of fruits and vegetables: a fruit juice in the morning, a hearty mixed vegetable salad at lunch, a fruit salad at mid-afternoon and a vegetable soup in the evening.

To equilibrate the mood, the main rule is not to skip meals in order to avoid energy losses and emotional eating due to blood sugar spikes.
Remember that it is important to eat slowly, better not watching television, savoring the food, and dedicating to it the proper attention.
Care your food and food will care you.

Drink! Dehydration causes drowsiness, fatigue, irritability, and also greatly increases the states of anxiety. Therefore, drink at least a liter and a half of water, distributed during the day, if possible before 6 pm. to avoid nightly wake up.
Sip, to improve hydration and try not to gulp the water in one breath, if you realize that you drank too little until then.

Even some medicinal herbs can be very effective.
The Arthemis Nobilis, also known as Roman Chamomile, not to be confused with the normal chamomile that we find in the supermarket.
The Leonorus Cardiacus, which belongs to the same family (Labiatae) of rosemary, thyme, sage, lemon balm etc.,
These marvellous plants, can really be of great help to all the people who have anxiety problems.
The italian dott. Mozzi, well known for its diet of blood group, suggests to assume them in the form of mother tincture, that can be easily found in pharmacies.
The correct dose of a mother tincture, is 40 drops or more, in a little water or more, in the evening after dinner, and it should immediately be followed by a cup of boiling water, sorbed in small sips to avoid burning yourself.
In his view, very often, the nocturnal anxiety is the result of improper digestion and this expedient reactivates the digestive fire with amazing results.

Another effective trick, when the anxiety attack occurs in bed, is to focus on the breath, make a series of controlled and concious breaths.
In other words, inhaling briefly and exhaling slowly and for a long while, up to completely empty the air, sucking in the abdomen well, this will compress diaphragm and stomach.
This, in practice, is a kind of massage of the internal organs, very effective to eliminate air and to improve inner circulation.
Repeat until you begin to feel the relief, then inhale deeply five or six times.

I hope I’ve given you useful informations.
My very important message for you, who are reading these words, is that anxiety can be overcome!
It was possible for me, and I am not wonder woman for sure, therefore it is undoubtedly possible also for you!

Condividi:

2 Commenti

  1. Marco

    Antonella, grazie del bellissimo blog che anche questa volta ci hai sfornato con tanta cura… come sempre bello e accurato. Io se posso dare il mio contributo ( minimo) aggiungerei che alcuni parassiti possono portare a stati di depressione ecc. Questo dovuto al fatto che i parassiti stessi creano delle neurotossine per spingere il corpo in cui si trovano proprio a mangiare i cibi di cui loro si nutrono… (per esempio, carne, farine. Soprattutto quelle di grano… ecc) cure a riguardo possono essere digiuno terapeutico con protocollino antiparassitario dell’intestino. O quelle farmaceutiche che però non funzionano sempre.
    Ok, mi taccio… un caro saluto ed a presto!!

    Rispondi
    1. CucinareSuperFacile (Post autore)

      Ciao Marco,
      conosco bene l’insidia dei parassiti.
      Fortunatamente in questo blog ci occupiamo di alimentazione senza grano e cruelty free, e pare che la frutta e la verdura li interessino meno!

      Una esperta di medicina ed alimentazione ayurvedica, mi ha parlato di una terapia a base di trementina, in dosi omeopatiche che pare sia assai efficace. Ne sai qualcosa?

      Anch’io pratico il digiuno terapeutico, ne ho parlato qui già tre anni fa, ma ancora non ci conoscevamo.

      Grazie del il tuo intervento, sono felice e lusingata per la tua attenzione al mio lavoro.
      Buonissima giornata
      Antonella

      Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *