Artusi gastronomo di fine ‘800, letto da Paolo Poli.

Artusi

Pellegrino Artusi gastronomo di fine ‘800, letto da Paolo Poli,
davvero un prezioso regalo di Natale

Papà Natale è stato generoso con me quest’anno.
Doni davvero pensati, fatti a mano, affettuosi, amati e non
casuali, una vera rarità in questo mondo che va di fretta.

Un’amica giornalista, che mi conosce bene, ha vinto l’Oscar del regalo di Natale 2014 con una autentica perla, un audio libro:
Paolo Poli che legge le ricette di Pellegrino Artusi.

Artusi

Artusi, gastronomo di fine ‘800, letto da Paolo Poli

Ho già avuto modo di raccontarti qui quanto Artusi mi piaccia  e quanto mi diverta il mondo che dipinge tra le righe delle sue ricette.
Non mi ero mai soffermata a pensare che era possibile dare una voce alle sue parole, ai suoi aforismi, ai suoi piatti.

Se ci penso adesso, non poteva esserci voce più adatta e miglior interprete di Paolo Poli, voce colta, elegante e irriverente, della Firenze dei giorni nostri.

Sto centellinando l’ascolto come farei con uno dei sontuosi manicaretti che Pellegrino Artusi descrive nelle sue pagine.

Una delizia che volevo assolutamente condividere con te.
Short english translation:

Santa Claus has been generous to me this year.
The gifts was really thought for me, hand made with love,
a true rarity in this world always in a hurry.

A journalist friend, she knows me very well evidently, won the Oscar for the Christmas gift in 2014 with an absolute pearl:
the actor Paolo Poli who reads the recipes by Pellegrino Artusi.

I’ve already had the occasion to tell you here how much I like Artusi  and how much I enjoy the world that is possible to imagine between the lines of his recipes.
I have never thought before that it was possible to give a voice to his words, his aphorisms, his dishes.
Thinking about it now, no other voice could be more appropriate and no actor could be a better interpreter than Paolo Poli, cultured voice elegant but impertinent of the actual florentine society.

I’m listening the audio book tasting each word as I would do with one of the sumptuous dishes that Pellegrino Artusi describes in its pages.

A treat that I absolutely wanted to share with you.

Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *