Dall’orto di Serena, melanzane viola e peperoni corno di bue

orto
orto

Melanzane viola e peperoni corno di bue

Dall’orto di Serena, melanzane viola e peperoni corno di bue

La mia amica Serena, Sirenita per gli intimi, è una donna assai dinamica e impegnata, mi chiedo sempre come riesca
a trovare il tempo per prendersi cura di un orto, ma lei sostiene che occuparsi dell’orto la rilassa e lo tiene come un giardino.
Per fortuna ha anche un marito disponibile e amici volenterosi che se ne prendono cura quando lei non c’è.

Da quando cinghiali e caprioli hanno devastato il mio microscopico orticello, mi sono arresa all’inevitabile e ho rinunciato
a fare un orto mio.Adesso sto scoprendo con soddisfazione che avere un orto è bello quanto avere buoni amici
che ce l’hanno e che condividono generosamente il prodotto!

Serena dal Chianti è venuta a trovarmi e mi ha portato in dono le sue fragranti verdure appena raccolte dall’orto.
Abbiamo cucinato assieme una buona parte dei prodotti del suo orto (quanto mi piace cucinare chiacchierando con le amiche!), ma melanzane viola e peperoni corno di bue sono rimasti a mio esclusivo uso e consumo.

Il minimo che posso fare è raccontare come li ho preparati perché ne possa godere chi mi legge,ma Serena in particolare.
Sirenita, queste ricette sono dedicate a te!

Melanzane in padella con rosmarino e semi di finocchio, per quattro persone:

3 melanzane viola piccole e sode;
mezza cipolla rossa di Tropea;
uno spicchio di aglio;
rosmarino;
un pizzico di semi di finocchio;
olio extra vergine di oliva;
sale marino.

Orto

Melanzane viola con rosmarino e semi di finocchio

Lava le melanzane e tagliale a cubetti il più possibile regolari, delle dimensioni di una grossa noce.
Mettile in un colapasta con sale fino e con un peso sopra per far loro perdere l’acqua amara di vegetazione.
Lasciale riposare così per un’ora.

Strizza bene le melanzane prima tra le mani e poi in un robusto canovaccio, per eliminare tutta l’acqua di vegetazione
e il sale, ma non passarle sotto l’acqua.

Trita grossolanamente aglio e cipolla e, appena dorati, aggiungi le melanzane e fai colorire il tutto a fuoco vivace.
Raccogli il rosmarino in un mazzetto e legalo con spago da cucina affinché non disperda i suoi aghetti nella preparazione, aggiungi questo fagottino di rosmarino alle melanzane assieme a un pizzico di semi di finocchio e lascia insaporire il tutto
finché le melanzane saranno ben dorate.
Assaggia per regolare il sale, probabilmente il sale assorbito dalle melanzane sarà sufficiente.
Le melanzane così cucinate, sono da servire tiepide o fredde.

Peperoni corno di bue ai pinoli, per quattro persone:

4 peperoni;
4 spicchi di aglio;
una manciata di pinoli;
olio extra vergine di oliva;
sale marino.

orto

Peperoni corno di bue con pinoli

Lava e taglia a metà i peperoni, liberali da semi e filamenti interni e affettali sottilmente
in senso orizzontale per interrompere le fibre e renderli così più teneri e digeribili.

In una padella antiaderente di giusta misura fai soffriggere in poco olio l’aglio con la sua buccia ma ben schiacciato
affinché lasci il suo aroma ma possa essere facilmente eliminato se non gradito.
Aggiungi i pinoli e, dopo qualche minuto, anche i peperoni.
Lascia soffriggere a fuoco vivace finché i pinoli prendono colore, aggiungi un pizzico di sale marino e lascia insaporire.
Servi a temperatura ambiente.

Queste preparazioni saporite si accompagnano benissimo con patate al vapore o con riso pilaf, io ho scelto
questa seconda opzione.

Grazie di aver portato un poco del tuo orto fino in Versilia, Sirenita.
Spero che queste ricette ti piacciano e di aver reso giustizia alle meraviglie prodotte dal tuo orto.

orto

Da accompagnare con patate al vapore o riso pilaf

Short english translation:

From Serena’s vegetable garden, purple eggplants and ox horn peppers

My friend Serena, but I call her Sirenita, is a very dynamic and busy woman, I always wonder how she can find
time to take care of a vegetable garden, but she claims that the garden is relaxing and she treats it like a garden.
Luckily she also has a helpful husband and willing friends who take care of the garden when she is not there.

Since wild boars and roe deers have devastated my microscopic vegetable garden, I decided to give it up.
Now, I’m happy to see that having a vegetable garden is as good as having good friends that have it and who
generously share the products!

Serena came from the Chianti to visit me and brought as a gift some of her precious vegetables freshly picked
from the garden.
We cooked together a good part of her garden vegetables (I really adore to cook chatting with friends!),
but purple eggplant and ox horn peppers have remained for my exclusive use and consumption.

The least I can do is to tell how I prepared them so that people who read me, and in particular Serena can enjoy it.
Sirenita, these recipes are dedicated to you!

Eggplants in pan with rosemary and fennel seeds, for four people:
3 small purple aubergines;
half a red Tropea onion;
a clove of garlic;
rosemary;
a pinch of fennel seeds;
extra virgin olive oil;
sea salt.

Wash the eggplant and cut them into cubes the size of a large walnut.
Put them in a colander with salt and with a weight on so as to make them lose the bitter vegetation water.
Let rest for about an hour.

Squeeze the aubergines first in your hands and then into a sturdy canvas to remove all the vegetation water
and salt but do not pass them under running water.

Coarsely chop garlic and onion, and, just golden, add the aubergines and let them take color on high heat.
Collect the rosemary in a bunch and tie it with a kitchen string to avoid dispersing its small leaves, add this
rosemary bundle to the aubergines along with a pinch of fennel seeds and let flavor until the aubergines are gilded.
Taste to adjust the salt, but probably the salt absorbed by the aubergines will be enough.
The aubergines so cooked are perfect to be served lukewarm or even cold.

Peppers ox horn with pine nuts, for four people:

4 peppers;
4 cloves of garlic in their skin but crushed;
a handful of pine nuts;
extra virgin olive oil;
sea salt.
Wash and cut in half the peppers, eliminate seeds and inner filaments and finely slice them horizontally to interrupt
their fibers and make them softer and digestible.

In a non-stick frying pan of right measure, heat a little oil and fry the garlic in its skin but crushed so that it leaves
its aroma but can be easily removed if not liked. Add the pine nuts and, after a few minutes, also the peppers.
Let fry on lively fire until the pine nuts take on the golden color, add a pinch of salt and let flavor.
Serve at room temperature.

These tasty dishes can be accompanied very well with steamed potatoes or pilaf rice, I have chosen the second solution.

Thanks for bringing a little of your vegetable garden to Versilia, Sirenita.
I hope you enjoy these recipes and I hope they do justice to the wonders produced from your garden.

Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *