BENESSERE SUPERFACILE, DUE PAROLE SUL DIGIUNO….

ciccione fumetto con cibo

Sono felice perchè da ieri  ho ripreso la buona pratica di digiunare due volte al mese, a luna piena e a luna nuova.
Mi sento talmente bene che mi chiedo come mai ho smesso di farlo mesi fa !
Pratico il digiuno, a fasi alterne per la verità, da anni, avevo questa abitudine anche quando avevo ancora il ristorante.

Era strano in effetti passare la giornata e la serata ad occuparmi di cibo senza portare niente alla bocca, se non acqua,ma non mi è mai pesato.

Digiuno

Quando il tuo corpo ti dice… “Basta cibo!”

Ad ogni digiuno mi meraviglio per come la mente, per tutto quel giorno, mi assecondi e non solo non mi faccia venire mai appetito, ma nemmeno la voglia di qualcosa. E’ proprio vero che ci nutriamo di emozioni! Quando la mente sceglie di non giocare il gioco delle voglie stuzzicanti,  sta quieta ad aspettare il momento giusto!

Nella giornata bevo acqua, fresca o calda sottoforma di tisane o decotti, oppure un brodo vegetale.

Gli organi della digestione si riposano, si puliscono, si depurano e contrariamente a quanto si potrebbe pensare l‘energia è alta, forse perchè non ne utilizzo per digerire.

So bene che le sostanze nutrienti vengono assorbite dall’organismo attraverso la parete intestinale, e penso che se mantengo libera la parete intestinale, l’effetto
è sicuramente positivo!

Per ‘rompere il digiuno‘ di solito inizio con una tazza di acqua calda con qualche goccia di succo di limone e un bel pizzico di sale integrale, io uso quello fossile rosa dell’Himalaya, proseguo dopo un pò con una banana matura masticata piano oppure con una mela, sempre masticata lentamente.
Per mezza giornata mi limito a mangiare frutta o verdura cruda e poi riprendo con un’alimentazione regolare.

Non ho mai avvertito nessun disturbo, non sono certo superwoman ma mi porto la legna in casa da sola,  inoltre non so dirvi quanto tempo mi regala il digiuno e quante cose in più riesco a fare quando non devo fare spesa, preparare, mangiare e spreparare !!

Consiglio senz’altro di provare almeno per due o tre volte, senza perdersi d’animo se la mente prova a giocare qualche scherzetto, presto smetterà.

 

Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *