pomodori datterini appassiti

pomodori datterini
pomodori datterini

…..Stendili in un solo strato in una teglia appena unta….

Oggi il termine francese ‘confit’ è molto di moda quindi, per una sorta di snobismo al contrario, non lo userò.
Tuttavia non sono in grado di trovare nella mia lingua, l’italiano, un termine che renda altrettanto bene l’idea di un alimento che viene lentamente e dolcemente trasformato, condensato, per lo più con l’uso di calore dolce.

Con questa premessa, molto banalmente definisco questi pomodori datterini, che banali non sono affatto, ‘pomodori datterini appassiti’, cambierò questa definizione se riuscirò a trovarne una più appropriata.

Ma basta giocare con le parole, veniamo alla cosa importante: di cosa si tratta e come si fa.

Quella che propongo qui è una mia personale interpretazione dei pomodori datterini al forno, come risultato si ottiene la buccia lievemente appassita di un piccolo pomodoro che contiene la polpa concentrata del pomodoro stesso.

I pomodori datterini preparati così si prestano benissimo a essere messi in vasi di vetro e coperti di olio per essere conservati, oppure faranno della più semplice caprese qualcosa di speciale o arricchiranno qualsiasi insalata o grigliata di verdure in modo sorprendente.
Sono sicura che scoprirai un’infinità di modi per impiegarli.

Sono talmente super semplici da preparare che quasi mi vergogno a farne un post ma so che mi ringrazierai, eppoi….Le cose super semplici sono proprio la mia specialità!

Scegli pomodori dalla buccia sottile, meglio se non trattata, i pomodori datterini, i ciliegini di Pachino sono perfetti.
Lavali bene e asciugali, distendili in un solo strato in una teglia a bordi bassi unta con solo un velo di olio, che sia della misura giusta, non lasciare vuoti, riempi ogni spazio pensando che si ritireranno di volume.

Condisci i pomodori datterini con le erbe aromatiche che preferisci.
Io ho usato spicchi di aglio con la pelle ma schiacciati, foglie di alloro fresco spezzettate, semi di finocchio e un pizzico di origano, anche il peperoncino va bene se ami il gusto piccante. Per il momento non mettere sale.

La sola cosa difficile è dosare il calore del forno, dovresti regolare il termostato tra i 70 e i 90/100 gradi non più di così.

Metti la teglia con i pomodori datterini nel forno ancora freddo.
Dopo circa un’ora assicurati che la temperatura non si sia alzata troppo, se così fosse la pelle dei pomodori datterini comincerebbe a spaccarsi e questo non va bene, pertanto se necessario abbassa la temperatura.

Una volta regolata bene la temperatura puoi dimenticarti del forno per almeno due ore.

pomodori datterini

…..La pelle dei pomodori comincia a raggrinzire……

Trascorso questo tempo, la pelle dei pomodori datterini comincia a raggrinzire e il profumo comincia ad aleggiare per la casa, questo è il momento di aggiungere qualche pizzico di sale integrale, io uso quello fossile rosa himalayano.

Ho continuato questa specie di cottura a bassa temperatura ancora un pò dopo aver aggiunto il sale, in totale i pomodori datterini sono rimasti in forno per quattro ore circa, ma puoi decidere di fermare la cottura anche prima se li preferisci meno concentrati.

Sono squisiti sia tiepidi che freddi.

Ecco un contorno squisito che si cuoce da solo, davvero superfacile no?
Cosa vuoi di più!!

 

pomodori datterini
….La buccia appassita di un piccolo pomodoro che contiene la polpa concentrata del pomodoro stesso.

Short english translation:

In this period, the French term ‘confit’ is very fashionable therefore, with a certain kind of snobbery I prefer not to use it.
However I am not able to find in my language, Italian, a word to give the idea of a food that is slowly and smoothly transformed, condensed, with the use of gentle heat.

With this premise, I banally define these tomatoes, which are not banal at all, ‘wilted tomatoes’, this definition will change if I will find one more appropriate.

But, let’s stop playing with the words and let’s come to the important thing: what is it and how to prepare it.

What I suggest here is my personal interpretation of the cherry tomatoes in the oven. As a result you get the slightly wilted husk of a small tomato that contains the concentrated pulp of the same tomato.

The cherry tomatoes prepared this way are very suitable to be placed in glass jars and covered with oil to be preserved for the winter, or they will make a simple ‘Caprese’ something special or they will enrich any salad or grilled vegetables in a surprising way.
I’m sure you’ll find plenty of ways to use them.

They are so super easy to prepare that I am almost ashamed to write a post about it, but I know you’ll thank me, and besides ….. Super easy
things are really my specialty!

Choose tomatoes thin-skinned, better if not treated, cherry tomatoes, Pachino tomatoes are perfect.
Wash them well and dry them, place them in a single layer in a greased baking tin of the right size, do not leave any gaps, fill every space thinking that their volume will reduce.

Season the cherry tomatoes with the aromatic herbs of your choice.
I used garlic cloves with the skin but crushed, fresh bay leaves, fennel seeds and a pinch of oregano, even the chili is fine if you love the spicy taste. For the moment, do not put salt.

The only difficult thing is to dose the heat of the oven, you should set the thermostat between 70 and 90/100 degree no more than that.

Put the pan with the cherry tomatoes in the oven when it is still cold.
After about an hour check the tomatoes to make sure that the temperature is not raised too much, in this case the skin of the cherry tomatoes begin to crack, this is not good, and you need to lower the temperature.

After well adjust the temperature, you can forget the oven for at least two hours.

After this time, the skins of cherry tomatoes begin to shrivel and the scent begins to waft to the house, this is the time to add a few pinches of integral salt, I used the pink Himalayan fossil.

I continued this kind of low-temperature cooking a little bit more after adding the salt, in total the cherry tomatoes were in the oven for about four hours, but you can decide to stop the cooking earlier if you prefer them less concentrated.

They are delicious either warm or cold.

Here is a delicious side dish that is cooked alone, really super easy right?
Don’t you think it’s a good idea?

 

Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *