Fichi d’India, istruzioni per l’uso.

Fichi d'India

Fichi d’India, istruzioni per l’uso.

Fichi d’India, istruzioni per l’uso.

I fichi d’India sono un frutto straordinario, disintossicante,  delizioso e benefico, ma poco diffuso al centro/nord Italia.

Qualcuno si trova in difficoltà con i numerosi semi contenuti della polpa, semi che vanno mangiati, non masticati né scartati, perché costituiscono la componente benefica del frutto, e sono anche un efficace ‘scopa’ per le pareti dell’intestino.

Qualcun’altro non sa come maneggiare il frutto a causa delle microscopiche spine che lo ricoprono e che sembrano fatte apposta per conficcarsi dolorosamente nei polpastrelli.

In questo periodo dell’anno è facile trovare fichi d’india sulle bancarelle dei nostri mercati e anche nei supermercati, pertanto penso di fare cosa gradita se metto a tua disposizione la mia decennale esperienza di vita a Pantelleria, dove imparare a sbucciare i fichi d’India senza riempirsi di spine è imperativo!

E’ Super Facile, occorre solo un piano di lavoro, un coltello e una forchetta.

Fichi d'India

Pianta la forchetta longitudinalmente nel frutto…

Pianta la forchetta longitudinalmente nel frutto.
Con un coltello affilato incidi la buccia affondando la lama di poco meno di mezzo centimetro.

Fichi d'India

Non tagliare via la buccia, bensì staccala dalla polpa con la lama del coltello…

Non tagliare via la buccia, bensì staccala dalla polpa allontanandola con la lama  del coltello e fai ruotare la polpa con la forchetta mentre tieni la ferma la buccia sul piano di lavoro con la lama del coltello.

Fichi d'India

E’ più difficile a dirsi che a farsi.
Penso che le foto siano senz’altro di aiuto.

E’ più difficile a dirsi che a farsi!
Penso che le foto siano senz’altro di aiuto.
La polpa verrà via tutta intera senza aver mai toccato il frutto con le mani.

I fichi d’India migliori sono quelli che in Sicilia chiamano ‘Vastarduna’ cioè quelli ai quali, al tempo della fioritura,
sono stati staccati i fiori, costringendoli a rifiorire nuovamente, generando in seguito frutti più saporiti e con meno semi.
Questi sono proprio i fichi d’India tardivi che in autunno si trovano più frequentemente nei mercati e supermercati.
I frutti più succosi sono quelli oblunghi di colore arancio o verde/giallo.

Spero di aver stimolato la tua curiosità e che vorrai provare ad assaggiare i fichi d’india, se non lo hai mai fatto.

Anni fa un amico mi insegnò che, per assaporarli al meglio, è molto piacevole prendere un piccolo sorso di vino rosso dopo ogni morso.
Posso assicurarti che aveva ragione, è proprio così!
Prova anche tu!

 

 

Short english translation:

Indian figs, instructions for use

The indian figs are an amazing fruit, detoxifying, delicious and beneficial  but very little known and diffused in the central/northern Italy.

Someone is in trouble with the numerous seeds contained in the pulp, seeds that have to be eaten, not chewed nor discarded, because they are the beneficial component of the fruit, and are also an effective ‘broom’ for the internal walls of the intestine.

Someone else does not know how to handle this fruit because of the microscopic spines that cover it and that seem to be made to painfully stick the fingertips.

In this time of the year it is easy to find Indian figs on the stalls of our markets and in the supermarkets, so I think that it is a good idea to put at your disposal my experience of life in Pantelleria (Sicily) where it is imperative learn how to peel the Indian figs without filling the fingertips with spines!
It is easy, what you need is a working plan, a knife and a fork.

Insert the prongs of a fork, lengthwise in the fruit.
With a sharp knife, carve the skin sinking the blade a little less than half a centimeter.
Do not cut off the peel, but detach it from the pulp using the knife blade.
Meanwhile rotate the the pulp with the fork while holding the skin on the work surface with the blade of the knife.
It is much more difficult to say than do it.
I think the photos are certainly a good help .
The pulp will come away whole, without having touched the fruit with your hands.

The best Indian figs are the one that are called ‘Vastarduna’ in Sicily, it means those to which, at the time of blooming, flowers were removed, forcing them to flourish again, generating later fruit, tastier and with fewer seeds.
The latest Indian figs that, in late autumn, can be found more frequently in the markets and supermarkets.
The juiciest fruits are those oblong, orange or green/yellow.

I hope to have stimulated your curiosity and that therefore you’ll want to taste the Indian figs, if you’ve never done.

Years ago, a friend taught me that in order to taste them at their best, it is absolutely delicious have a sip of red wine after every bite.
I can assure you that he was right, it is true!
Try it yourself!

Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *