Minestra di piselli spezzati al ginger

Piselli spezzati

Minestra di piselli spezzati al ginger.

Minestra di piselli spezzati al ginger

Non saprei dire perchè i piselli spezzati si chiamano così, sono i piselli estivi essiccati per essere cucinati in inverno e sono davvero squisiti.

Fanno parte degli ingredienti quasi dimenticati della nostra cucina popolare, la cucina povera delle campagne per intendersi,
li hanno soppiantati quasi completamente i piselli surgelati disponibili ormai tutto l’anno, ma la loro funzione in cucina è completamente diversa e anche il loro costo.
Si trovano facilmente nei buoni supermercati e nelle agrarie di campagna.

I piselli spezzati sono perfetti per zuppe e minestre: aggiunti a un minestrone daranno morbidezza e cremosità oltre che sapore, ma questa ricetta a mio parere li valorizza in modo speciale e li vede come protagonisti.

Ho offerto questa minestra di piselli spezzati al ginger ai miei amici in occasione dell’incontro per gli auguri di fine anno
e ricordo che Sara e Ale si sono contese la pentola da ripulire col cucchiaio.
La ricetta è stata richiesta a gran voce ed eccola qua.

Minestra di piselli spezzati al ginger. Ingredienti per 4/6 persone:

piselli spezzati 300g;
quattro spicchi aglio;
un pezzo di ginger grosso circa quanto due noci o più, a piacere;
la scorza gialla di mezzo limone non trattato;
una manciata di prezzemolo;
olio extra vergine di oliva;
sale, pepe nero.

Piselli spezzati

Minestra di piselli spezzati al ginger.
Preparazione.

Lava i piselli in abbondante acqua corrente e lasciali in ammollo in acqua leggermente salata per una notte.

Sbuccia l’aglio elimina il germoglio interno, affettalo e mettilo nella pentola che conterrà la minestra assieme a quattro cucchiai di olio. Fallo stufare dolcemente fino a colorire appena.

Sciacqua nuovamente in acqua corrente i piselli spezzati, scolali e uniscili all’aglio, aggiungi due cucchiaini di sale, acqua fino a coprire e sovrastare i piselli di tre dita e cuoci in pentola a pressione per 20 minuti dal sibilo.
Se adoperi una pentola normale calcola 40 minuti dall’inizio dell’ebollizione.

Sbuccia il ginger, spezzettalo e tritalo grossolanamente assieme al prezzemolo e alla scorza di limone.
Quando i piselli spezzati saranno cotti e simili a una purea molto rustica, assaggia per regolare il sale, aggiungi il trito preparato e lascia cuocere ancora due minuti per insaporire.

La minestra di piselli spezzati è ancora più buona il giorno seguente.
Raffreddando tenderà ad addensarsi e riscaldandola si ammorbidirà ma resterà più densa che appena fatta.

Servila calda con olio crudo e pepe nero appena macinato.
Sarà una bella scoperta vedrai!

Piselli spezzati

Sarà una bella scoperta vedrai!

 

Short english translation:

Split peas soup, with ginger.

I can not say why the split peas are so called, they are the summer peas dried to be cooked in winter and they are really delicious.

They are one of the almost forgotten ingredients of our popular cuisine,the poor cuisine of the countryside, they have been almost completely replaced by the frozen peas nowadays available all the year long, but their use in the kitchen is completely different, so is their cost.

The split peas are perfect for soups: added to a minestrone will give softness and creaminess as well as flavor, but today
I propose a soup where they are protagonist.

I offered this soup of split peas with ginger to my friends during our meeting for the Christmas whishes and I remember that Sara and Ale contended each other the pot to cleaned it up with a spoon.
The recipe has been requested in a loud voice and here it is.
Split peas soup with ginger. Ingredients for 4/6 people:

split peas 300g;
four garlic cloves;
ginger, a piece the size of two large walnuts or bigger, to taste;
the yellow rind of half an organic lemon;
a handful of parsley;
extra virgin olive oil;
salt, black pepper.

Wash the peas in plenty of running water and let them soak in lightly salted water the whole night long.

Peel the garlic, remove the internal sprout, slice it and put it in the pot that will contain the soup along with four tablespoons
of oil. Make it softly stew just to color.

Rinse the split peas again in running water, drain them and add to the garlic, add two scant teaspoons of salt, water to cover abundantly and cook in a pressure cooker for 20 minutes from the hiss.
If you use a normal pot, calculate 40 minutes from boiling.

Peel the ginger, cut it in pieces and coarselu chop it together with the parsley and the yellow lemon zest.

When cooked the split peas will look like a very rustic puree, taste to adjust the salt, add the chopped mix just prepared
and cook again two minutes to flavor.
The split peas soup is even better the next day.
Cooling, the soup will tend to thicken, heating it will soften but it will remain thicker than just made.

Serve hot with a drizzle of extra virgin olive oil and freshly ground black pepper.
It will be a nice surprise!

Condividi:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *