IL LATTE DI MANDORLE.

latte di mandorle
La buona notizia è che non hai la malattia della mucca pazza. La cattiva è che sei intollerante al lattosio!

La buona notizia è che non hai la malattia della mucca pazza.
La cattiva è che sei intollerante al lattosio!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Latte di mandorle.
Spesso chi mangia senza glutine ha anche problemi con il lattosio o le proteine del latte e quindi con il latte e i suoi derivati.

A proposito del latte, in rete e non solo in rete, si è detto tutto e il contrario di tutto.
Ci sono campagne di nutrizione, benessere e autodifesa alimentare che mettono in guardia i consumatori sui danni del latte, talvolta con toni accesi, spaventando le persone.

Personalmente ritengo che spaventare faccia audience ma non sia sano.

I danni di una emozione negativa come la paura sul nostro sistema corpo/mente sono, a mio avviso, più nocivi di un bicchiere di latte.

Preferisco usare il semplice buon senso e fare con te una riflessione:
Premesso che il nostro organismo tende all’equilibrio tra acido e basico.
Immagina di versare un bicchiere di latte e tenerlo per 24 ore alla
temperatura di circa 37°, cioè la stessa più o meno del corpo umano.
Immagina, come troverai quel bicchiere di latte?
Molto probabilmente inacidito.

L’organismo, non gradisce un ambiente acido e disarmonico, quindi tenderà a neutralizzare l’acidità e a riportare l’equilibrio verso il basico, per fare questo attingerà alle fonti di calcio che ha a portata di mano,  poiché è il calcio che riporta da acido a basico tutto il sistema.
Sfortunatamente, la fonte di calcio che l’organismo ha più facilmente disponibile sono le ossa e questo può creare qualche problema.
Certo, puoi assumere calcio in compresse, con integratori, ma senza una adeguata esposizione ai raggi solari non si fisserà.

Meglio, molto meglio rivolgersi a un buon latte vegetale e, in ogni caso restare esposto al sole appena possibile.
Quindi per proteggere denti e ossa, più tempo libero all’aria aperta e un buon latte vegetale.
Lascio a te la scelta di come passare al sole il tuo tempo libero.

Posso invece darti una buona dritta su come preparare un buon  latte vegetale.
Il latte vegetale casalingo si prepara sempre nello stesso modo, sia di riso,di miglio, di nocciole o altro.
Oggi lo prepariamo con le mandorle. Il mio favorito.

Latte di mandorle:

  • 250   grammi di mandorle con la pelle o senza,tenute a bagno in acqua
    fresca per alcune ore o per tutta una notte,
  • 700  ml.  di acqua.

Scola le mandorle e sciacquale sotto l’acqua corrente, mettile con 700 mldi acqua nel frullatore e frulla fino a che otterrai una poltiglia schiumosa.
Filtrala con un robusto sacchetto per filtrare (io l’ho ricavato da un pezzo di tulle del tipo per bomboniere), strizzando bene per far uscire tutto il latte.
Un’amica che mi ha visto prepararlo sostiene che sembrava che io mungessi le mandorle! Immagine pittoresca!
Il latte di mandorle è pronto ed è molto, molto buono.
Potrai usarlo come preferisci, al naturale, dolcificato con zucchero di canna,miele, succo di agave o acero lo puoi aromatizzare con vaniglia o cannella,puoi farne frappè o frullati con frutta fresca.

Cosa fai ancora qui su Internet?? Vai a prepararlo!

Latte di mandorle

Latte di mandorle

 

 

Short english translation:
Often, people who eat gluten free have problems with milk and its byproducts.
About the milk, on line and off line, I have heard  everything and the opposite
of everything.
There are campaigns of nutrition, wellness and food self-defense
that warn consumers about the dangers of milk, sometimes with bright tones,
scaring people.
I personally think that scare produces audience but it is not healthy.

The damage of a negative emotion such as fear on our system body / mind is,in my opinion,  even more harmful than a glass of milk.

I prefer to use the simple common sense and have this reflection with you:
you probably know that our body tends to the equilibrium between acids and basics.
Imagine to pour a glass of milk and to keep it for 24 hours at the temperature of about 37 °, which is the same more or less of the human body.
Imagine how that glass of milk will be.
Most likely soured.
As the body does not like an acidic environment,  it will neutralize the acidity to restore the balance to the basic. For this reason
it will draw upon the sources of calcium that has at hand.
The calcium is the substance that reports  the system from acidic to basic .
Unfortunately, the more easily available source of calcium are the bones.
This can create some problems.
Of course, you can take calcium tablets, but without an adequate exposure to sunlight the calcium you bought will not be fixed but promptly eliminated.
It is much more suitable to turn to a good vegetable milk, and in any case be exposed to the sun as soon as possible.
Therefore, to protect teeth and bones: More leisure time outdoors and a good vegetable milk.
I leave to you the choice of how to spend your free time in the sun.
However, I can give you a good tip on how to prepare a vegetable milk.
The homemade vegetable milk is always prepared in the same way, you can use rice, millet, nuts or other.
Today we prepare it with almonds, my favourite.
Almond milk:

  • 250  grams of almonds with  or without skin, soaked in water
    for some hours or a whole night,
  • 700 ml.  of water.

Drain the almonds and rinse them under running water, put them with 700 ml of water in the blender and blend until you get a frothy mess.
Filter it with a sturdy bag to filter.
Wring to let out all the milk.
The almond milk is ready and it is very, very good.
You can use it as you like, natural or sweetened with brown sugar, honey, juice of the agave or maple, you can flavor it with vanilla or cinnamon,
You can make milkshakes or smoothies with fresh fruit.

What are you still doing here on the Internet? Go to prepare it!

Condividi:

2 Commenti

  1. Elena

    Ciao Antonella, per preparare il latte vegetale con riso o miglio, i cereali vanno prima cotti?
    Posso usare il latte vegetale per preparare una crema pasticcera?

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *